Costruzione scuola primaria a Tesseney. Eritrea

  • Immagine Costruzione scuola  primaria a Tesseney. Eritrea
  • Immagine Costruzione scuola  primaria a Tesseney. Eritrea
  • Immagine Costruzione scuola  primaria a Tesseney. Eritrea
  • Immagine Costruzione scuola  primaria a Tesseney. Eritrea
  • Immagine Costruzione scuola  primaria a Tesseney. Eritrea

Contesto:

Teseney è una città situata nella regione del Gash Barka, a pochi chilometri dal confine con il Sudan. A causa della sua posizione strategica per i traffici commerciali è stata teatro di cruenti scontri durante la guerra tra Eritrea ed Etiopia, conquistata e perduta dagli eritrei innumerevoli volte. Teseney rappresenta la prima città che i profughi eritrei provenienti dal Sudan incontrano rientrando in patria. Molti di loro decidono di fermarsi in questa città che, di conseguenza, ha registrato un'esplosione demografica senza precedenti. Basti pensare che nel 1991 si contavano solo 1.000 abitanti, nel 1994 30.000 per arrivare ad una popolazione attuale di circa 80.000 abitanti. Ancora si attende il rientro di circa 30.000 profughi dal Sudan, per cui l'incremento demografico della città non è da ritenersi concluso. A fronte del vertiginoso aumento di popolazione, di cui il 50% al di sotto dei 15 anni, non vi è stato un consequenziale aumento della ricettività delle strutture scolastiche, in particolare per quanto riguarda l’istruzione secondaria. La città conta, infatti, 5 scuole elementari che non sono in grado di fare fronte alla complessiva domanda di istruzione in città. Di fronte all’esubero di bambini, le scuole organizzano due turni di lezione nell’arco della giornata e cercano di stipare gli alunni nelle aule oltre le normali capacità strutturali.
Al termine del ciclo di istruzione primaria, la città offre l’accesso a solo una scuola media. La quasi totalità dei ragazzi di Teseney termina, quindi, il percorso di studi dopo la quinta elementare.
Nella città è, inoltre, completamente assente la possibilità di praticare percorsi di formazione professionale. Non esistono, infatti, scuole di formazione e scarsissima è la presenza di artigiani che possano avviare qualche ragazzo/a all’esercizio di mestieri. In particolare, si constata l’assenza di artigiani nel campo della falegnameria e della metalmeccanica (fabbri) e una insufficiente offerta rispetto alla crescente domanda nel settore tessile e nell'edilizia.

Descrizione del progetto e obiettivi:

Il progetto ha inteso offrire ai ragazzi di Teseney maggiori opportunità di formazione scolastica e professionale.

Il progetto ha provveduto alla costruzione e all'equipaggiamento di una scuola media contenente 5 aule, nella città di Tesseney. Oltre alla costruzione dell'edificio scolastico, Parma per gli Altri ha organizzato e realizzato laboratori didattici volti all'avviamento professionale per gli alunni della scuola media e, per i docenti della direzione didattica, ha previsto un programma di riqualificazione professionale e un training in educazione sanitaria attraverso personale italiano inviato in missione.
Il progetto è stato appoggiato dall’associazione di volontariato Romagna per gli altri di Cesena e da una serie di iniziative di sensibilizzazione sul territorio quali conferenze, seminari e manifestazioni di carattere sportivo e culturale. Il contributo del Comune di Parma si inserisce nell’ambito di questo progetto, aiutandolo a garantire una maggiore sostenibilità di lungo periodo e creando una rinnovata cooperazione tra questa città e questo paese in fase di ripresa dopo un periodo prolungato di guerre e sofferenze.
Stato di avanzamento:
Luglio 2013: Dalla lettera di Mons. Thomas Osman, Vescovo di Barentù e Tesseney: L'anno scolastico 2012-2013 è andato molto bene perchè l'85% della scolaresca è stata promossa con la soddisfazione di tutti . Da quando le Suore di S. Anna hanno preso in mano la gestione della scuola è migliorata in qualità e serietà.
Lo scorso Maggio abbiamo terminato la costruzione di tre aule nuove che permetterà di accogliere più alunni rispetto ai precedenti anni. Solo che avremo il problema di fornitura di 70 Banchi, tre cattedre e tre lavagne: la somma totale si aggira sui 4000 euro.
La città di Tesseney si estende,ogni anno, a vista d’occhio e con i villaggi d’intorno conta ormai oltre gli 85,000 abitanti. A questo punto l’esigenza di aumentare nuovi ambienti scolastici si fa’ sempre urgente ed impellente.

Il ministero dell’educazione,per ovviare le difficoltà di respingimenti di alunni per la sopraesposta motivazione,ha fatto pressione perché si costruissero delle aule in frasche e coperte in paglia pur di dare la possibilità ai ragazzi di frequentare la scuola.



Beneficiari:

350 studenti di Teseney

torna a istruzione
  • località

    Teseney, Gash Barka Region, Eritrea

  • partners

    Comune di Parma, Conferenza Episcopale Italiana

  • enti finanziatori

    Comune di Parma, Associazione Romagna per gli Altri

  • durata del progetto

    2003 - 2004