Laboratori di informatica alimentati con pannelli solari

  • Immagine Laboratori di informatica alimentati con pannelli solari
  • Immagine Laboratori di informatica alimentati con pannelli solari

Contesto:

Shelallà è, con i suoi 13.580 abitanti, l’agglomerato più numeroso dell’omonimo comune, che comprende, in un raggio di 10 Km, altri 7 villaggi raggiungendo una popolazione di 28.700 persone.
La zona in cui si realizzerà il progetto, tipicamente agricola, è povera di risorse materiali, professionali ed economiche e fisicamente piuttosto isolata da centri in grado di fornire servizi ed assistenza.
L’economia del comune si basa esclusivamente su un’agricoltura e una pastorizia di sussistenza. Si registrano, inoltre, una severa carenza di servizi sociali di base, un’acuta scarsità d’acqua potabile, un basso tasso d’arruolamento nella scuola primaria che tocca il 7% contro una media nazionale del 28,4%. Le aree d’intervento segnalate come prioritarie dalle autorità e dalla popolazione locali sono quelle della sanità, della scuola, delle attività produttive.
Parma per gli Altri in questo momento sta promuovendo progetti tesi al miglioramento dei servizi sanitari (corsi di formazione professionali per operatori sanitari locali, potenziamento delle strutture esistenti ecc..) ed allo stesso tempo sta portando avanti progetti di micro credito tesi a migliorare il tessuto economico di questo territorio.
Questo progetto dunque s’impegna, come suggerito dalle autorità locali, ad agire nel settore dell'istruzione, altresì fondamentale ed importante, soprattutto in un'ottica di lungo periodo. Si ritiene infatti che il miglioramento della qualità dell’istruzione possa costituire il punto di partenza per un miglioramento del contesto socio-economico del distretto di Shelallà in generale.

Descrizione del progetto e obiettivi:

Il progetto mira al miglioramento dell’attività formativa e ricreativa attraverso l’introduzione di nuovi servizi e strutture
Obiettivi Specifici
1. Fornire energia elettrica da fonte rinnovabile (fotovoltaico) per l’utilizzo di attrezzature elettriche ed elettroniche e per illuminazione delle strutture scolastiche di Shelallà.
2. Fornire alle scuole attrezzature didattiche multimediali per migliorare la qualità della didattica.
3.Creare nuove opportunità di crescita e formazione nelle giovani generazioni.
Risultati attesi
Risultato 1: Miglioramento attività formativa
Tale miglioramento si concretizzerà nella messa a disposizione di energia elettrica per illuminazione, utile anche ad aumentare i turni di lezioni e quindi ad innalzare il livello qualitativo dell’insegnamento, e per l’alimentazione di un laboratorio multimediale a disposizione di insegnanti ed alunni.
Risultato 2: Accesso a nuove risorse Gli impianti fotovoltaici che verranno installati saranno in grado di produrre energia elettrica in un villaggio che ne è sostanzialmente privo. L’accesso alla risorsa energetica è forse uno dei principali motori di sviluppo di una società e la rinnovabilità della risorsa ne permette la sostenibilità nel tempo. Inoltre la soluzione è modulare e permette perciò un successivo ampliamento dell’utenza, sia per usi scolastici che di altro tipo quali l’alimentazione di piccole elettropompe per l’approvvigionamento idrico o di piccoli sistemi frigoriferi per la conservazione di particolari medicinali.
Risultato 3: Abbattimento del divario tecnologico La tecnologia se pensata e gestita in un’ottica di supporto alla crescita può essere la finestra aperta sul mondo. Un laboratorio informatico per ogni scuola di Shelallà rappresenta un’opportunità per ogni bambino di apprendere, conoscere, relazionarsi, comunicare, divertirsi.

torna a istruzione